Nel cuore di un territorio ricco di storia

Il campo da Golf del Tarquinia Country Club, è immerso nel verde di uno splendido centro residenziale denominato “Marina Velca”, a soli 7 Km da Tarquinia. Il percorso, situato nell’affascinante cornice di lecci, pini, eucaliptus ed altre essenze tipiche della vegetazione mediterranea, si snoda dolcemente su una collina la dove è possibile godere di un panorama a dir poco maestoso e suggestivo.
Dalla buca 5, guardando ad Ovest possiamo vedere all’orizzonte il mare; spostando lo sguardo verso Est appaiono in tutto il loro splendore le torri medievali di Tarquinia, antica cittadina con il più bello ed importante museo della cultura e dell’arte etrusca; a Sud-Est i monti Cimini fanno da contorno alla vallata del fiume Marta.
L’oasi golfistica ed il clima mite di Marina Velca, consente ai suoi giocatori di usufruire di 350 giorni di sole l’anno.
icona-golf

Le Attività

Trofeo Alce Nero

Trofeo Alce Nero

Trofeo Alce Nero - 16 settembre 2018 Trofeo Alce Nero   Domenica 16 settembre Stableford 2 Categorie    

Trofeo Sapori & Profumi

Trofeo Sapori & Profumi

Trofeo Sapori & Profumi Domenica 2 settembre 18 Buche Stableford 2 Categorie -- Per tutte le info > www.tarquiniacountryclub.com  

Il PERCORSO DALL’ALTO
E’ dalla zona relax adiacente al Tee della 1 – quella zona nella quale dedicarsi un “aperitivo” godendosi la brezza che non ti abbandona mai – che partiamo per un volo sopra il nostro campo. Saranno sufficienti 3 minuti per farvi venire voglia di immergervi nel nostro verde?

Il Percorso

Il percorso del Tarquinia Country Club prevede 9 buche impegnative con due par 5 di oltre 400 metri e un par 3 di circa 180 metri. Un percorso caratterizzato da una ricca vegetazione di lecci, pini, eucalyptus e varietà tipiche della macchia mediterranea e dei terreni umidi che accolgono il campo. Non raro imbattersi in aironi ed altre specie di particolare interesse. Merita attenzione l’unicità della buca n.4, costruita su una tomba etrusca,
Buca-01
Par 4 dog leg da destra a sinistra di media difficoltà. La partenza dall’alto incoraggia il giocatore che si appresta ad iniziare il giro.
Non particolarmente difficile il tee shot quanto il colpo al green che si trova sopraelevato e protetto da 3 grandi bunker.
Buca-02
Par 3 generoso per la grandezza del green. Non lungo, ma la partenza dall’alto a volte rende difficile la scelta del ferro per via del vento che cambia facilmente direzione.
Tre grossi bunker difendono il green ed uno più piccolo nel retro contiene i colpi troppo lunghi salvandoli dall’ostacolo dell’acqua.
Buca-03
Par 5 molto delicato e tecnico, dog leg finale da destra a sinistra, per la presenza di un lungo fosso che costeggia tutta la parte destra della buca e che la attraversa fino al green.
La particolarità sta nel grosso albero che infastidisce il terzo colpo a circa 100 metri dal green che si trova sulla sommità del fossato che taglia in due la buca.
Buca-04
Un par 3 non lungo, ma impegnativo. La partenza dal basso rende difficile la scelta del ferro.
Il piccolo green a 2 livelli è difeso da un grande bunker posto nella sua parte frontale.
Buca-05
Par 4 dog leg da destra a sinistra di media lunghezza. Su tutta la parte sinistra corre un fuori limite, che arriva fino al green e un bosco di pini sulla destra penalizza gli slice.
La particolarità della buca è costituita da un lago che arriva fino sotto il green e che lo costeggia in tutta la parte frontale
Buca-06
Par 4 costituito dal fuori limite sia nella parte destra che nella parte sinistra. Il vento contrario e due grossi bunker a difesa del green rendono difficile la scelta di chi, dal tee, decidere di raggiungerlo col drive.
Buca-07
Questo lungo ed impegnativo par 3 si caratterizza per il suo green, difficilmente raggiungibile per le sue ridotte dimensioni e per il vento che molto spesso è contrario.
Un piccolo fosso che taglia la buca a metà del fairway ed un bunker sull destra a difesa del green penalizza i colpi fuori misura.
Buca-08
Lungo par 5 dog leg a destra a sinistra. Il fuori limite a destra e a sinistra si sviluppano su tutta la lunghezza della buca fino al green.
Due grossi bunker posti ai lati del fairway a circa 30 metri dal green restringono la pista, scoraggiando chi vuole tentare di raggiungerlo in due colpi.
buca-09
Buca finale e non poco impegnativa. Un corto par 4 dog leg da sinistra a destra. Il giocatore dal tee di partenza deve effettuare un colpo molto preciso per raggiungere un’area a circa 130 metri dal green.
Un varco tra gli alti eucalyptus permetterà al giocatore un non facile approccio al green. Nella seconda parte del fairway un fuori limite costeggia la buca fino al green, quest’ultimo difeso da 3 grossi bunker.
Buca 1
Buca-01
Par 4 dog leg da destra a sinistra di media difficoltà. La partenza dall’alto incoraggia il giocatore che si appresta ad iniziare il giro.
Non particolarmente difficile il tee shot quanto il colpo al green che si trova sopraelevato e protetto da 3 grandi bunker.
Buca 2
Buca-02
Par 3 generoso per la grandezza del green. Non lungo, ma la partenza dall’alto a volte rende difficile la scelta del ferro per via del vento che cambia facilmente direzione.
Tre grossi bunker difendono il green ed uno più piccolo nel retro contiene i colpi troppo lunghi salvandoli dall’ostacolo dell’acqua.
Buca 3
Buca-03
Par 5 molto delicato e tecnico, dog leg finale da destra a sinistra, per la presenza di un lungo fosso che costeggia tutta la parte destra della buca e che la attraversa fino al green.
La particolarità sta nel grosso albero che infastidisce il terzo colpo a circa 100 metri dal green che si trova sulla sommità del fossato che taglia in due la buca.
Buca 4
Buca-04
Un par 3 non lungo, ma impegnativo. La partenza dal basso rende difficile la scelta del ferro.
Il piccolo green a 2 livelli è difeso da un grande bunker posto nella sua parte frontale.
Buca 5
Buca-05
Par 4 dog leg da destra a sinistra di media lunghezza. Su tutta la parte sinistra corre un fuori limite, che arriva fino al green e un bosco di pini sulla destra penalizza gli slice.
La particolarità della buca è costituita da un lago che arriva fino sotto il green e che lo costeggia in tutta la parte frontale
Buca 6
Buca-06
Par 4 costituito dal fuori limite sia nella parte destra che nella parte sinistra. Il vento contrario e due grossi bunker a difesa del green rendono difficile la scelta di chi, dal tee, decidere di raggiungerlo col drive.
Buca 7
Buca-07
Questo lungo ed impegnativo par 3 si caratterizza per il suo green, difficilmente raggiungibile per le sue ridotte dimensioni e per il vento che molto spesso è contrario.
Un piccolo fosso che taglia la buca a metà del fairway ed un bunker sull destra a difesa del green penalizza i colpi fuori misura.
Buca 8
Buca-08
Lungo par 5 dog leg a destra a sinistra. Il fuori limite a destra e a sinistra si sviluppano su tutta la lunghezza della buca fino al green.
Due grossi bunker posti ai lati del fairway a circa 30 metri dal green restringono la pista, scoraggiando chi vuole tentare di raggiungerlo in due colpi.
Buca 9
buca-09
Buca finale e non poco impegnativa. Un corto par 4 dog leg da sinistra a destra. Il giocatore dal tee di partenza deve effettuare un colpo molto preciso per raggiungere un’area a circa 130 metri dal green.
Un varco tra gli alti eucalyptus permetterà al giocatore un non facile approccio al green. Nella seconda parte del fairway un fuori limite costeggia la buca fino al green, quest’ultimo difeso da 3 grossi bunker.

Il Nostro Territorio

Il Giardino dei Tarocchi, l’opera esoterica di Niki de Saint Phalle

Come nasce L’artista franco-americana Niki de Saint Phalle inizia la costruzione del Giardino dei Tarocchi nel lontano 1979, ma l’opera viene portata a termine solo nel 1996, anche grazie alla collaborazione di altri artisti, uno fra tutti suo marito Jean Tinguely. Sarà aperto al pubblico nel 1998. Dalle influenze di Gaudì e del suo Parque…

Agriturismo “La Svolta”, sapori e profumi sotto un cielo stellato

L’Agriturismo L’azienda agricola nasce Cinquant’anni fa, grazie alla passione e alla caparbietà della famiglia proprietaria, fino al momento della vera e propria “Svolta”; le meraviglie naturali caratteristiche del posto, hanno ispirato i figli a donare un nuovo volto a questo luogo! Su questo presupposto nasce la volontà di creare e condividere un percorso attingendo a…

Riserva Naturale delle Saline di Tarquinia

Una passeggiata nella natura alla scoperta dei Fenicotteri Rosa! La Riserva Naturale Saline di Tarquinia Ha un’estensione di circa 150 ettari ed è un sito naturalistico protetto e di estrema importanza per le numerose specie dell’avifauna che ospita, primi fra tutti i bellissimi esemplari di fenicotteri rosa che sono oramai abitanti fissi della riserva nonché…

Dove siamo